Riflessioni e non solo.

E’ presto, molto presto per tirare conclusioni;
Di certo il rumore che ha fatto la presentazione dei modelli 2018 eseguita dalla Haley Davidson a Los Angeles sa’ di un lunga sterzata verso il Sol Levante. Partiamo da non molto lontano, Honda e Yamaha ed altre hanno detenuto e lo faranno sempre Il mercato dei grossi numeri, ogni anno crescono di due cifre ma proprio per questo si e’ sempre apprezzato il mercato Harley dove la fa da padrone negli states.
Nel resto del mondo e sempre stato visto come un giocattolo per adulti che ti accompagnava, ti dava personalità, e si faceva notare per il cromo a 6 strati, la macchiolina di olio tutte le mattine sotto la moto, chimera, da raggiungere come un icona di liberta, forse esagerata ma il risultato si e’ visto. Forme diverse, quasi assenza di tecnologia, insomma “La moto magica” per pochi “randagi”

La settimana scorsa avevo scritto un mio libero sfogo a sostegno dei modelli dal 1990 al 2010 contro i motori raffreddati a liquido “Made in BMW” senza anima.

Ed oggi mi trovo Parafanghi Tagliati, Fari Rettangolari, Telai Softail col sistema degli anni 80 “sempre del Sol Levante. E la Dyna ????? neanche un pensiero al Telaio che ha permesso di conquistare l’Europa ?

Mi fermo ed aspetto il mercato, gioioso delle mie scelte, che mi permettono di sognare ancora Il mio pensiero va a chi ha investito denaro e vita per promuovere il sogno di 3 generazioni.

Apache Febbraio 2017

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.